lunedì 25 giugno 2012

giovedì 7 giugno 2012

giovedì 24 maggio 2012

Gazzetta 2.0

                                                                                                                    
                                                                                                                                                   Gazzetta2.0

Il cortometraggio che ho apprezzato di più tra i sette è " Gamba trista "che parla di un bambino che non ha le gambe e che quindi è su una sedia a rotelle. Il bambino è innamorato di una ragazza, Rose, che ha delle gambe forti ed è brava a correre, invece le braccia del bambino mano a mano che cresceva diventavano sempre più potenti dato che poteva usare solo quelle. Un giorno, il ragazzo va da un suo amico per vedere la gara di Rose ed alza le braccia per esultare quando Rose vince, ma distrugge la casa del suo amico. Dopo l'amico vuole spingerlo per farlo cadere sotto il ponte, ma arriva Rose che cerca di incoraggiare l'amico a salvarsi con le braccia e, quindi, alla fine si salva. A mio parere, questo cortometraggio è stato quello che mi ha fatto riflettere di più e che ha un significato profondo.
Esperimento piantina
Ordinamento dello stato
Gli Uccelli